Avvistamento UFO a Naha (Giappone). Quale spiegazione?

Un UFO è stato avvistato martedì scorso sopra i cieli di Naha, in Giappone, e il relativo video postato oggi su Youtube.

La Bandiera di Naha

Le ottime condizioni atmosferiche (tempo sereno senza formazioni nuvolose) e la riproduzione delle immagini di qualità elevata, rendono difficile dare spiegazioni plausibili al fenomeno. Il video è stato girato da una piattaforma della ferrovia sopra i tetti di Naha, in una giornata pressochè ideale.

L’oggetto volante non identificato, che nelle immagini si distingue a fatica per la sua lontananza dall’obiettivo della telecamera, non è assimilabile ad alcuno dei velivoli convenzionali attualmente in circolazione.

L’UFO, in rotazione sul proprio asse, non pare avere una forma circolare ma piuttosto quasi rettangolare e ha color argenteo. La sua notevole distanza dall’obiettivo, inoltre, non consente di potergli attribuire con certezza nessuno dei suoni (rumori di motore?) che si sentono in sottofondo nel filmato.

Il fattore che più di tutti attira l’attenzione è la sua capacità di perdere e guadagnare quota molto agevolmente, pur muovendosi in modo  irregolare e nonostante una forma non particolarmente aerodinamica.

Mentre gli indaffarati  passeggeri della stazione sembrano non accorgersi di nulla, presi dalle loro frenetiche attività tra gli annunci di routine di uno scalo ferroviario, l’occhio infallibile della  telecamera ha catturato queste immagini  a cui è difficile dare una spiegazione

LORENZO CARLI

 

Condividi su:
Facebook Twitter Email



4 risposte a Avvistamento UFO a Naha (Giappone). Quale spiegazione?

  1. teresa priano scrive:

    Tempo fa ho inviato due foto di una luce particolare per forma ed intensità e movimento fotografata nel cielo di Artena (Roma). La luce ingrandita appariva di forma irregolare, piu’ rettangolare che ovoidale e soprattutto compariva non bianca ma di diversi colori. Certo non tutto puo’ essere pubblicato, ma non vedo molta differenzaa tra questa avvistata in Giappone e quella vista e fotografata da questa famiglia. La sola differenza sta nel fatto che queste persone che si stavano avvicinando a certe curiosità, a certe conoscenze sono rimaste deluse ed hanno preferito dimenticare l’episodio e non parlarne piu’, il che non è positivo. Io penso che tutti dovrebbero avere la possibilità di parlare delle proprie esperienze su questo blog e di avere delle risposte, questo se vogliamo spingere molti a curiosare in un mndo che appare ancora parascientifico. Nel 1965 o66, dovrei ripescare il documento ma ora sono a Roma, doveva passare una grande cometa visibile anche dal mio paese. Abbiamo studiato la posizione migliore per poterla avvistare , eravamo in quattro ragazzi e all’ora indicata non abbiamo visto una cometa ma una grandissima palla frastagliata di luce intensa sfrecciare nel cielo scomparire dietro il campanile per poi riapparire immediatamente “Dio che meraviglia “si gridava. Tornata a casa eccitatissima la mattina mio fratello mi comunica che ilpassaggio della cometa non è stato visibile nel nostro tratto di cielo, lo riferivano i giornali. Ho scritto all’osservatorio romano di Monte Porzio e quella lettera di risposta che tengo con tanto amore, mi spiegava che non poteva trattarsi della cometa ma probabilmente di un asteroide. Una risposta vaga ma che non voleva comunque dire a 4 ragazzi: avete sognato. Vi assicuro che abbiamo visto questa meravigliosa e superveloce palla di luce, enorme, è stato cosi’ emozionante che ricordo ancora tutto come allora, nulla è svanito dalla mia mente. Avevo 17 anni, non si parlava ancora di altri mondi, la risposta dell’Osservatorio ci ha soddisfatto per fugare notizie di allucinazioni. Un’esperienza che certo oggi approfondirei. Tutto questo racconto per dire che forse dovremmo poter inserire nel blog gli avvistamenti di tutti, alla curiosità occorre dare una risposta per spingere sempre di piu’ a cercare e a credere. Buona notte e un caro saluto

    • Sabrina Pieragostini scrive:

      Ciao Teresa! Basta girare sul web per vedere quante centinaia di filmati e di foto di presunti Ufo spuntano da ogni parte del mondo ogni giorno. E’ un fenomeno in grande, continua crescita e discernere in materia non è facile. Questo video che abbiamo pubblicato non è meglio di altri, non ha la patente di veridicità. Semplicemente ci ha incuriosito perchè è stato ripreso in pieno giorno e in un contesto urbano preciso- non in un cielo nero indistinguibile- con edifici accanto utili anche per immaginare, in proporzione, la grandezza dell’oggetto ripreso- mentre un puntino nel nulla non permette di capire quello che il testimone oculare ha percepito osservandolo di persona. Insomma, non ci sono foto di serie A e di serie B, ma alcune permettono di evidenziare aspetti più interessanti. Riguardo la tua esperienza che ci hai raccontato, chissà…magari era solo un fenomeno atmosferico non rilevato dagli strumenti oppure era davvero qualcosa di inspiegabile. Non lo sapremo mai, purtroppo! Ma in tutti i racconti- per quanto intriganti- c’è una fortissima componente di soggettività che impedisce di esprimere un parere oggettivo di qualsivoglia natura. Ovviamente nulla vieta che i lettori – come in effetti è già successo- scrivano le loro esperienze in chiave ufologica. Tu l’hai appena fatto! grazie e buona serata

  2. fabio scrive:

    …c’è una focale (di partenza) di proiezione luce artificiale sull’infrarosso (punto nero) sulla torre di destra con sequenza di lampeggio in rgb a crescere in base 6…5-6, 6-6, 7-6 che accompagna ed identifica le varie e successive fasi del TEST…la focale di arrivo è data dalla “sfera luminosa” visibile mentre evoluisce davanti agli occhi della telecamera (che vede un pò di infrarosso)…

    …è un test…

    Topo Galileo

Rispondi a fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *