Echi e ronzii nell’aria: cosa provoca questi misteriosi rumori?

Alcuni lo descrivono come un ronzio, basso e continuo. Altri invece come un rombo, un sibilo, oppure persino un suono di tromba. Ma ormai sono centinaia le segnalazioni da tutto il mondo di questo misterioso rumore– a volte martellante, a volte quasi melodioso- che sembra scendere direttamente dal cielo e che nessuno, per ora, sa spiegare.

IL GRAFICO DI UN' ONDA SONORA

Da qualche mese, il web è popolato da video che testimoniano questo inconsueto fenomeno. Suoni profondi ed anomali registrati in città e periferie, soprattutto nell’emisfero nord, specie a partire dalla fine del 2011 e con un picco nelle prime settimane di quest’anno. Come spesso avviene quando si verifica un evento ignoto, le possibili interpretazioni- anche le più fantasiose-si moltiplicano.

C’è chi punta il dito contro l’HAARP, il programma di ricerca promosso dal Dipartimento della Difesa Americano- ufficialmente per studiare le proprietà di risonanza della Terra e dell’atmosfera. Ma i teorici del complotto hanno ipotizzato che le super-antenne dell’HAARP posizionate in Alaska abbiano in realtà ben altri scopi: sarebbero una sorta di arma sperimentale geofisica in grado di alterare il clima mondiale o di scatenare i terremoti. In questo caso, anche di produrre questi ronzii di fondo intensi ed improvvisi che scatenano il panico.

LE ANTENNE DEL PROGETTO HAARP

“È un rumore che non ho mai sentito prima”, è infatti il commento più comune tra coloro che hanno assistito all’insolito fenomeno acustico talora dal volume persino fastidioso per quanto è intenso. E quel suono sembra calare proprio dal cielo, tanto che i più suggestionabili lo hanno paragonato ad uno “squillo di tromba”, come quelli che -secondo la Bibbia- gli Angeli di Dio suoneranno quando il Giudizio Universale sarà vicino. Insomma, il segnale dell’Apocalisse…

Non mancano però gli ufologi che invece leggono in quei rimbombi celesti un altro tipo di segnale: quello di un’imminente invasione extraterrestre. Sarebbero le strumentazioni aliene ad emettere questi insistenti rumori per avvisare del loro arrivo. Ma a queste spiegazioni soprannaturali, se ne aggiungono in alcuni casi altre molto più terrestri.

Molti video, senza dubbio, sono dei falsi. Lo è sicuramente uno dei più inquietanti che in poco tempo aveva raggiunto 140mila visualizzazioni su Youtube. L’autrice, una studentessa canadese, ha candidamente confessato di aver prodotto quel rumore spaventoso di sottofondo con il suo Pc portatile proprio per dimostrare che alterare la realtà è semplice e non bisogna credere a tutto quello che si vede sul web. Quanto ha ragione!

LA MAPPA CON I LUOGHI DA CUI SONO ARRIVATE LE SEGNALAZIONI

Oppure, in un altro caso, si è scoperta un’origine del tutto normale del fenomeno. In Malesya, la popolazione locale era atterrita per una sorta di “ruggito” udito, dalla notte fonda fino all’alba, a Kota Samarahan per due giorni consecutivi, l’11 e il 12 gennaio. Dopo che il video è stato pubblicato, il Ministero della Scienza, Tecnologia ed Innovazione ha tranquillizzato tutti: ad aver prodotto quell’anomalo rumore, era la caldaia di una fabbrica della zona.

Per un episodio chiarito, però, ne rimangono decine e decine ancora oscuri. Nè si può ipotizzare che i tanti filmati ripresi nel Nord America o in Costarica, in Gran Bretagna o in Cile,  siano tutte “bufale”, a meno di non contemplare l’esistenza di un’organizzazione di falsari coordinata ad ogni latitudine. Tutto può essere, certo, ma sfuggono il senso e la finalità di una simile operazione. Senza contare poi che i testimoni sono ormai  migliaia. Tra loro anche i telecronisti di un incontro di baseball trasmesso in diretta a Tampa Bay: ai microfoni, i due hanno descritto quel rombo come “soprannaturale”.

Suoni misteriosi di cui si è occupato anche il magazine Time, citando il caso di un’intera cittadina britannica assordata da un ronzio spuntato nel silenzio della notte per oltre due mesi. È successo la scorsa estate a Woodland, nella Contea di Durham. Quel suono sordo e penetrante a volte diventava così forte da far tremare i letti oppure si sentiva in modo differente da una stanza all’altra. Ma dopo aver rovinato a lungo il sonno dei 300 abitanti del paese, così com’era venuto,  all’improvviso se ne è andato.

WOODLAND, IL PAESE DEL "RONZIO"

Nessuna spiegazione plausibile, per ora. Attorno a Woodland non ci sono fabbriche o miniere o altre attività che possano produrre un inquinamento acustico. E poi  non c’era dubbio che quel rumore enigmatico provenisse dall’alto, non dal terreno.  Qualcosa di molto simile sta succendendo ora in Canada. Il governo ha chiesto ufficialmente di indagare su un ronzio a bassa frequenza che da mesi, a fasi alterne, tormenta i cittadini di Windsor, nell’Ontario.

Un mistero che secondo alcuni scienziati sarebbe già risolto: l’eco  sentita da una parte all’altra del mondo sarebbe creata dalle onde degli oceani che si infrangono contro le zolle continentali, le cui vibrazioni amplificate poi si diffonderebbero per il globo. Ma allora perchè, fino a qualche mese fa, nessuno le sentiva?

 SABRINA PIERAGOSTINI

Condividi su:
Facebook Twitter Email

13 risposte a Echi e ronzii nell’aria: cosa provoca questi misteriosi rumori?

  1. fabio scrive:

    …api, vespe, calabroni, mosche, zanzare…tutte le “famiglie degli insetti” che volano “ronzano” e…non così forte vero? mmmh…magari con l’avanzare delle nuove tecnologie, delle “diavolerie” annunciate, anche “loro” si saranno attrezzati per vivere più comodamente la vita su questo ANCOR splendido pianeta!..Ah!Ah!..così sui loro “scooters volanti” avranno inserito (con un piccolo sovrapprezzo) anche l’autoradio…Ah!Ah!..e forse scorazzando nei “nostri” (si fa per dire) cieli “a tutto volume” con l’ultimo successo dell’Ape Maya (ZZZ..zz..ZzZ…), una VERA STAR del settore (fine anni 70′), riusciamo a coglierne echi e rimbombi (parte musicale)…né più né meno come accadeva 30 anni fà, nel periodo della mia gioventù, per chi mi imprecava contro quando gli sfrecciavo davanti in auto con i Dire Straits “a manetta”…ah!ah!ah!..certo!..queste sono un pochino più “grandine” dell’ Ape Maya e…forse anche un pò più evolute di noi ma…a parte il fatto che potrebbero riprendersi “il loro miele” (vedi “Bee Movie”, 2008 Dreamworks di Spielberg) ah!ah! non credo che ci sia ALCUN PERICOLO per noi…spero…sai che pungiglioni!..ah!ah!..e quando ci passa!..

    consiglio vivamente (ai grandi…i bimbi hanno la mente aperta) l’attenta visione del cartone citato

    Topo Galileo

    • teresa priano scrive:

      Una sera d’estate nella passeggiata ecologica accanto alla mia casa, camminando si aveva l’impressione di avere qualcuno accanto, anzi si sentiva anche un fischio. Si stava preparando una grigliata per cui tutti hanno provato a fare quel tratto di sentiero e tutti avevano lo stesso presentimento. Verso le 20 la compagnia si è sciolta per andare a “ghingherarsi”. Mi faccio il pezzo di sentiero, sento come dei passi dietro, fischi…mi giro:nulla: Ricammino mi volto di scatto ed eccolo là un bellissimo pappagallo ARA che ha anche deciso di venire a mangiarsi qualcosa. Svelato il mistero. Simpatico l’uccellone, ho dovuto tenerlo una notte con la disperazione del mio gatto gelosissimo e la mattina, tramite passa parola, si è trovato il proprietario che avrei dovuto denunciare perchè il simpaticissimo pappagallo era rubato. Se quel furbastro fosse rimasto nascosto, era li da 3 giorni, saremmo stati tutta la sera a parlare chi di Ufo, chi di angeli, chi di defunti. Comunque i rumori si sentivano veramente….ciao topo Galileo

      • fabio scrive:

        …ciao!..

        noi invece ne abbiamo fotografata una…di “apina” (con famiglia)…di un paio di metri…nell’estate del 2005…quando ancora non circolavano liberamente munite di “trasponder” (come oggi accade), accreditato dalle competenti autorità, ma solo con dei…”permessi speciali” per l’occasione…

        però devo dirti che anche l’ara (intendo la razza umanoide zoomorfa) sarebbe molto interessante (non ci è ancora capitata) ma “la vedrei meglio” con due braccia e due gambe…e “che parli” piuttosto che fischietti o…ah!ah! saremmo costretti a tornare indietro (nell’evoluzione) e re-imparare “i versi” abbandonati per comunicare…non credi?

        …abbi fede…la Terra è più “vasta e policroma” di quanto mai potremmo (come SOMMA dei pensieri dei singoli individui) immaginare…figuriamoci l’Universo che ha dieci miliardi di anni di più…ma sai quante forme intelligenti (come e più di noi) ci sono?..

        .INIMMAGINABILE.

        buona giornata…gemellino?..
        ciao cara

        • Lorenzo Carli scrive:

          Ohibò, Fabio….e questi trasponder cosa sarebbero? Lo chiedo a beneficio dei lettori, mica tutti sono così aggiornati…

          • fabio scrive:

            …eilà! dottor Carli…come La va?..

            che cos’è un trasponder è ricercabile, da chiunque sia interessato a saperlo, in un qualsiasi dizionario e/o enciclopedia ma “da ieri” è molto più pratico per chi usa il pc sfogliare direttamente le molteplici pagine (es.vedi Wiki) che sono disponibili attraverso internet su ogni argomento dello scibile umano e non…però un accenno per comprendere meglio il funzionamento dell’ “ambaradan” lo do volentieri e d’altro canto non ho alcun dubbio che Lei come altri del team sappiano esattamente che cos’è e a cosa serve…

            gli oggetti in questione (trasponders) sono delle macchinine elettroniche, generalmente di misure contenute quando per uso singolo o limitato, che hanno varie funzionalità a secondo della tipologia e dell’utilizzo di cui la principale, e che al momento ci può interessare, è quella di RICEVERE ED INVIARE segnali, codificati su specifiche frequenze (ANALOGICHE O DIGITALI), per i quali sono stati programmati a svolgere il proprio lavoro. Oggi ogni velivolo (aeromobile) deve essere munito di apposito segnalatore “trasponder” che identifica automaticamente, trasmettendo ON REAL TIME via satellite, l’esatto velivolo (tipo, matricola, ecc.) in volo in quel momento e fornendone (ai centri di controllo delegati) tutti i dati richiesti dai protocolli di volo internazionali…NESSUNO, RIPETO NESSUNO, vola più nei “nostri” cieli terrestri (come nella stratosfera ed in orbita) da ALMENO una decina d’anni senza essere .PRIMA IDENTIFICATO. sia che sia roba nostra o “loro” (o “Loro”).
            Nessun aereo caccia-intercettore si alza più in volo in caso di avvistamento -UFO CONFERMATO- (dai radar militari), come prevedono (fino a ieri prevedevano) le normative della difesa nazionale nei rispettivi paesi, per il semplice motivo, e la prova semplice e lampante di ciò è sotto gli occhi di tutti (di chi puo’ e VUOLE vedere), che .DI FATTO. NON ESISTONO PIU’ (salvo rarissime “eccezioni”) i velivoli che prima erano denominati “NON IDENTIFICATI” perchè i radar SEMPLICEMENTE non li segnalano più!!! La prova del nove di ciò sta nell’ ASSUNTO (per chi lo può e VUOLE vedere) che a fronte delle CENTINAIA di segnalazioni giornaliere VISUALI ed a mezzo apparecchi elettronici (telecamere, telefonini, macchine fotografiche), che vedono DI PIU’ (infrarosso) dell’occhio umano, fatte dai privati cittadini in tutto il mondo -NON ESISTE ALCUN RISCONTRO UFFICIALE-!!!
            …perchè “di fatto” non c’è…(vedi luci dell’Essex)

            …trasponders…”e sai chi sei”…chi lo DEVE sapere naturalmente…

            Saluti
            Topo Galileo

          • Lorenzo Carli scrive:

            dunque…noi..”loro”..essi…è sotto gli occhi di tutti…perche chi vuole può e chi vede di più ..perchè di fatto non c’è..e sa chi sei…sempre chi lo deve sapere ovviamente… Ma poi, è roba nostra, “loro” o “Loro”?
            Ottima spiegazione Fabio.
            Ora è tutto più chiaro.
            Grazie anche a nome dei lettori.
            Buona serata

          • fabio scrive:

            …giusto…necessita fare chiarezza…

            definisco i punti da Lei sottolineati così che chi ha già COMPRESO continuerà a farlo sapendo di aver BEN intuito e chi NON ha potuto o VOLUTO, per qualsiasi motivo, continuerà a “brancolare” (ma non nel buio) fino a che non DECIDERA’ di CERCARE meglio o fino a quando qualche “esperto” (ma non so ancora di “quale specie”) tirandolo per le orecchie, prima o poi, non gli indicherà la strada.

            noi = pronome personale…noi esseri umani
            “loro”= ” ” …allogeni
            “Loro”= ” ” …alieni
            “LORO”= ” ” …entità superiori oltre la materia
            essi= ” ” 3° persona maschile plurale (dizionario.it)

            …è sotto gli occhi di tutti…= chiunque può vedere, GUARDANDO IL CIELO, che non esiste corrispondenza tra un avvistamento visuale (o a mezzo camera elettronica, telefono, ecc) di un UFO e l’alzarsi in volo di caccia-intercettori (NON DECOLLANO PIU’) a fronte oramai di centinaia di avvistamenti giornalieri in tutto il mondo…rispetto a 15 anni fa, in proporzione agli avvistamenti che ci sono oggi, i nostri cieli dovrebbero essere pieni di aero-caccia, ad ogni ora del giorno e della notte ma, allo stato attuale, non esistono più nemmeno quelli che una volta erano gli ordinari voli di pattugliamento ma solo quelli strettamente necessari (si fa tutto con i simulatori di volo) per l’addestramento di routine (calendariati)…

            …perche chi vuole può e chi vede di più…= io non l’ho scritto…credo dovrà rileggere più attentamente

            …perchè di fatto non c’è…=”di fatto” con le virgolette (concetto più ampio e bivalente) è scritto dopo -NON ESISTE ALCUN RISCONTRO UFFICIALE- e gli si riferisce in quanto non solo i RADAR non li segnalano più (gli ufo) con conseguente MANCATO DECOLLO dei caccia-intercettori ma probabilmente (ne sono certo) non “VEDONO” nemmeno transitare i dati dei TRASPONDER relativi (degli “ufo” che ERANO ma non lo sono più…perchè IDENTIFICATI) che vengono invece raccolti, controllati e smistati da tuttaltro “ente” a luogo preposto (=…chi lo DEVE sapere naturalmente…) per farlo IN TEMPO REALE. Se così non fosse (e questa è un’equivalenza evidente)avremmo incidenti CONTINUI e CATASTROFICI tutti i giorni nei nostri cieli mentre (di fatto) quelli che avvengono (in aumento INVECE di diminuire) sono SOLO un PO’ STRANI ed o a volte INSPIEGABILI e/o del tutto INATTESI (cause e concause inerenti).

            …e sa chi sei…= ho scritto “e sai chi sei” che è una “battuta” famosa di uno sketch televisivo che IDENTIFICA il CONSUMATORE del prodotto pubblicizzato così come (esemplificazione associativa visiva) fa il TRASPONDER con il mezzo in volo alla cui guida può essere “chiunque” sia abilitato. Un giorno molto vicino sarà così per tutte le automobili CON o SENZA LE RUOTE che siano.

            …sempre chi lo deve sapere ovviamente…= io non l’ho scritto e vale l’indicazione sopracitata.

            Ho scritto invece per ben DUE VOLTE la frase _(chi può e VUOLE vedere)_, con le relative preposizioni del caso (di, per e lo come c.o.), per indicare la capacità del singolo, per ognuno MOTIVATAMENTE diversa a seconda dello sviluppo temporale dei “processi mentali” e degli “stili cognitivi” applicati, di “connettere” -CON ESPLICITA VOLONTA’- l’apparato visivo alla “scatola”, in genere posizionata sul collo dell’essere umano (o dell’alieno umanoide), APPOSITAMENTE creata dal “buon dio” (vel a Mater natura) per INTENDERE E VOLERE.

            OGGI, non esistendo più gli ORGANISMI che prima (10/15 anni fà) UFFICIALMENTE si occupavano degli U.F.O. in tutti gli “stati allineati” (ed intendo SOLO in funzione U.F.O.) ed essendo stati (Lapalisse) SMANTELLATI I COLLEGAMENTI con tutti gli ORGANI STATALI E MILITARI relativi di CONTROLLO ATTIVO citati sopra e in precedenza esistenti ed attivi (ovviamente sostituiti da “NUOVI” ed ADEGUATI ORGANI DI CONTROLLO), il declassamento delle documentazioni relative agli studi UFFICIALI secretati per “almeno” 80 anni appaiono “oggi più che mai”, PER CHI PUO’ E/O VUOL VEDERE, in tutta la loro SCARNA, TRISTE ma EFFETTIVA REALTA’ e soprattutto -VERITA’-!!! non si tengono in piedi organismi INUTILI e SUPERATI quando è TERMINATO (da più di 40 anni) il loro VERO scopo INIZIALE se non altrimenti (SOLO!) che per alimentare il “DEBUNKING” del settore come -DI FATTO- è stato PALESEMENTE fino a ieri (18.02.2012) con l’obbiettivo riuscito di MANTENERE lo “STATUS QUO” mondiale.

            -LE AUTORITA’ COMPETENTI SANNO ESATTAMENTE COSA STA ACCADENDO…CON CHI HANNO A CHE FARE “NEL BENE E NEL MALE”…ED HANNO “IL CONTROLLO” DEL VIGENTE STATO DI COSE-

            …e noi dobbiamo IMPARARE a “pensare” in un modo più…AMPIO…

            nel ringraziarla per avermi concesso l’opportunità di chiarire, se pur dietro scettica ed ironica (ma gradita) sua sollecitazione, e sperando di averlo fatto, SE PUR IN PARTE e con palese ovvietà, PER IL BENE DELLA COMUNITA’ TUTTA, quanto da me sopra così “malamente” e brevemente scritto e descritto…

            la saluto e le auguro buona giornata

            Fabio Giardini

          • Lorenzo Carli scrive:

            Una spiegazione molto chiara …ohibò. Quindi esistono noi, loro, Loro e LORO ed essi. Bellissimo Fabio. Ma ESSI no?
            Comunque siamo ovviamente in attesa di un invito a cena, tutti quanti.
            Io ho ottimo champagne da parte per l’occasione!
            …..e poi…Fabio ma lei conosce i Tiro Mancino?

        • teresa priano scrive:

          Mai avuto dubbi che l’universo possa comprendere solo noi “umanoidi”, ho parlato del pappagallo (certo era preferibile con gli arti sup. e inf. e con un linguaggio piu’ comprensibile!!!!!!!!!!) per dire che a volte si parla di Alieni in base a sensazioni personali o immaginazione mentre , non scherziamo, questo è un argomento serio e scientifico. ciao carissimo

          • fabio scrive:

            ciao Teresa

            ti ho risposto ieri mattina ma il post è stato tolto…e non certo per i saluti che ho inviato a Manuel…o per averti detto che preferisco scherzare su certe cose (qualsiasi cosa dici la comprendo…stai tranquilla…) e dirle, spesso ma non sempre, in modo indiretto…ma ovviamente per aver “toccato” uno dei noccioli caldi dell’ANBARADAN…del “giocherello”…

            dottor Carli

            se (esplorativo) Lei è un essere umano (e non ho dubbi in proposito), e fa parte della popolazione terrestre (del -noi- citato), è ovvio che esiste Lei come -noi-…a meno che non voglia mettere in dubbio anche l’esistenza delle particelle atomiche e subatomiche! ah!ah!… IN QUESTO UNIVERSO NATURALMENTE…

            -essi- nel dizionario italiano comprende, nella terza persona plurale, oltre alle “cose” anche gli “animali” di OGNI genere e SPECIE. Se Lei vuole che io dica se “secondo me” esistono “esseri” zoomorfi, che siano riconducibili o meno alle specie o razze terrestri da noi (umanità)conosciute, classificabili nella categoria “essi” o “Essi” oppure “ESSI”, ebbene la mia risposta è SI! ma trovo alquanto RIDUTTIVO fare una differenziazione, che non sia puramente formale, poichè .SO. che oltre un certo livello dell’evoluzione essa .DE FACTO. non esiste.

            Se per i Tiro Mancino intende l’ensemble musicale italiano, si…non ne conosco testi e musica in quanto “ho abbandonato” l’ascolto del genere italiano dai primi 80′ (non si può fare tutto in più vite e figuriamoci in una…e purtroppo il mio “magazzino” è pieno da molto tempo) ma ne riconosco gli evidenti meriti artistici e l’impegno nei confronti della società…come d’altro canto faccio per tutti i milioni di anonimi che ogni giorno lo fanno (impegnarsi), nell’ambito delle loro proprie possibilità (dalla mamma alla manager) e spesso evidenti ristrettezze economiche (dal disoccupato al padre di famiglia), per il bene INDISTINTO del prossimo…inteso come singolo essere od umanità…

            dovrebbe essere più chiaro sulle frasi “comunque…l’occasione!” si può intendere in più modi insieme alla premessa…ma credo di aver compreso nel giusto modo e, come ho già detto, sono generalmente disponibile.

            Saluti ad entrambi

          • Sabrina Pieragostini scrive:

            Forse non ho capito bene, Fabio. “Il post è stato tolto” significa che accusi me o qualcun altro del mio gruppo di lavoro di aver cancellato volutamente un tuo commento? Attendo immediata risposta. E pure le scuse, visto che si tratta di un’affermazione priva di fondamento, offensiva nei nostri riguardi e diffamatoria.

  2. fabio scrive:

    ciao Sabrina!

    per la verità sono un paio di giorni che ho difficoltà a girare nel sito, si blocccano le pagine o non le carica ed ho controllato ma non credo che dipenda dal mio pc…però ieri mattina dopo il post delle 7.27, non ricordo l’orario preciso, ho inviato un’altro post che è stato regolarmente caricato dal vostro server, e TI ASSICURO che l’ho visualizzato ricaricato nella pagina, per cui ho pensato e credo l’avrebbe fatto chiunque, che per qualche motivo di incompatibilità con i vostri regolamenti interni fosse stato escluso e/o tolto…ma se mi dici che ciò non è accaduto non mi resta che pensare ad un “bug” del sistema o ah!ah! ad un mio latente stato dissociativo!..intanto che scopriamo la verità ti dico che -TI CREDO E TI FACCIO VOLENTIERI LE MIE SCUSE- anche perchè so bene che il mio non voleva essere un “j’accuse”!..nei confronti di nessuno…e poi mi dispiace sentirti così…e tanto più, come detto, senza reale motivo…

    mi auguro per tutti di aver chiarito e comunque sono qui…

    ciao

    • Corina Lidia Muresan scrive:

      La stessa cosa a Marsala, provincia di Trapani, Italia, dove ho vissuto per un anno. Tutto questo estate sentivamo questa sorta di ronzio, e le antenne paraboliche sembrava comunicassero tra loro. Tanto è che i bancomat non visualizzavano piu’ i crediti residui e molte persone si lamentavano del comportamento strano degli apparecchi domestici.

Rispondi a teresa priano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *