A tu per tu con il mistero della Madonna che piange

Una giornalista di fronte ad un fenomeno inspiegabile. Anche chi, per lavoro, è chiamato spesso a dover documentare con il giusto tono di distacco i fatti del mondo, può scoprirsi smarrito, confuso, stupito quando si trova a tu per tu con il Mistero. Specie se è quello con la “M” maiuscola, quello che tocca il lato più spirituale ed intimo di ognuno di noi: il Mistero della Fede. È quanto accaduto a Patrizia Caregnato, amica e collega, uno dei volti più amati dei Tg Mediaset. Testimone di uno degli eventi più discussi degli ultimi mesi: le lacrime sgorgate dal quadro raffigurante la Vergine Maria e il Bambino Gesù, custodito in una chiesetta ortodossa di Milano.  Ma non solo. Ora, davanti a quell’icona venerata da un numero sempre più vasto di fedeli, accadrebbero altri eventi soprannaturali. Ecco allora il suo racconto, vissuto in prima persona e scritto con il cuore.

L'ICONA CUSTODITA NELLA CHIESA ORTODOSSA DI SAN NICOLA A MILANO

Lo ammetto: aspettavo anch’io con ansia e con un po’ di paura i risultati delle analisi del Cicap su di Lei, che tanto clamore ha suscitato…una volta di più.  Spaventata forse, emozionata di sicuro. Ero stata lì poche ore dopo la notizia: “La Madonnina della chiesa greco-ortodossa di Milano piange“. Si gridava al miracolo due anni fa…

Io l’ho vista,  ancora segnata dal pianto che Le ha rigato il volto dipinto ad olio. Io ho sentito il mio petto riempirsi di gioia ad ogni respiro, davanti a Lei. Neppure il “Comitato italiano di controllo delle affermazioni sul paranormale” interpellato dalla una trasmissione tv ha saputo trovare l’inganno: l’esperto ha solo potuto stabilire che le lacrime analizzate sono di origine vegetale, ma come siano sgorgate da quel dipinto non è chiaro.

Allora mi sono chiesta perché, in fondo,  avessi voluto saperlo.  Perché non mi bastassero le “coincidenze” e le sensazioni che quel posto mi regala, ogni volta che ci metto piede. Ogni volta che mi sento stanca, affranta,  lì trovo conforto e qualcuno di illuminato con cui parlare. Sin dalla prima volta. <Ciao, vieni…ti aspettavo>, è stata la cosa che mi sono sentita dire quando ancora ero sulla soglia.

 <Chi, io?> ho chiesto.  <Entra, chiediLe tutto quello che vuoi e Lei te lo darà>, mi ha spiegato monsignor Abbondio, giovane prete ortodosso. Ma io quel giorno, proprio quel giorno, non ho saputo cosa chiedere. <E se mi fossi persa un’occasione?>, mi sono detta. <Che diritto ho io di chiedere?> Senza bisogno di attendere altro, è arrivata la risposta: <Un figlio può chiedere sempre e una madre è sempre pronta ad ascoltare>.  Così ho chiesto, ogni volta che sono tornata.

LE ANALISI CONDOTTE DAL CICAP SULLA "MADONNA CHE PIANGE"

 In questi mesi sono cambiate molte cose. Le donazioni arrivate anche dall’America  hanno reso possibile la costruzione di una cappella di legno che possa ospitare più di gente, sotto al piccolo portico. Adesso si può entrare solo in determinati orari. E poi c’è la Madonna col Bambino, ora custodita dentro un altare di vetro e legno che una coppia ha fatto realizzare, dopo una grazia ricevuta. Tutto intorno, altri segni tangibili di chi è tornato per dirLe “grazie”.

<Ormai qui vengono anche tanti cattolici, sai…così abbiamo cercato di creare un ambiente familiare a tutti: un po’ Chiesa Cattolica, un po’ Ortodossa>, mi conferma il sacerdote. Padre Abbondio è un fiume in piena quando parla di Lei e dei progetti nati dopo il Suo dono e ti travolge con la sua  positività. Ha un sorriso contagioso e ti racconta, con orgoglio, di quel posto “magico”. Qualcuno non resiste e si dimena gridando alla sola vista di quel luogo.

A me piace andare col sole lì, come se il sole aumentasse i benefici della mia visita. È nel cuore di Milano, nelle vie dello shopping, a pochi passi da Buenos Aires. Arrivi al cancello e ti precede un profumo intenso di fiori. <Ma non sono loro a profumare>, mi hanno subito detto. <È un Suo regalo>. Da quando è successo, questo odore non se ne è più andato. Chiudi la porta alle tue spalle ed è un po’ come se chiudessi fuori il resto del mondo. E ti apri tu… alla possibilità che Lei ti senta davvero. 

UN DETTAGLIO DELLE LACRIME SGORGATE DAL DIPINTO DI FRONTE A MOLTI TESTIMONI

 Se sei fortunato, come me, anche tu ascolti: aneddoti e storie che sembrano fatte per attirare turisti, come quella sulle sfere di luce finite immortalate su qualche foto scattata proprio lì. Cerchi luminosi su cui si interrogano da tempo i ricercatori alternativi: effetti ottici, magie da photoshop o “presenze”? Parlare di scherzi digitali in un luogo di culto appare alquanto blasfemo. E allora perché non avvalorare l’ipotesi che si tratti davvero di fenomeni soprannaturali, soprattutto di fronte a delle prove? Ciò che mi è stato mostrato è registrato anche nella mia testa. Cosa significano?

 Per ora non esiste una spiegazione terrena. Intanto grazie al tam tam alimentato anche da questi episodi, i fedeli sono  diventati migliaia. Persone che non sapevano neppure dell’esistenza della chiesa di San Nicola– pochi metri quadri, nel vecchio lazzaretto milanese- ora non si perdono una Messa in quel luogo avvolto dal mistero. Ma quando a raccontarlo è un uomo simpatico, di grande fede e cultura, con la barba lunga e bianca- il Metropolita Evloghios- allora il mistero assume contorni luminosi.

FEDELI IN PREGHIERA DAVANTI AL QUADRO RITENUTO MIRACOLOSO

Non so perché succeda proprio lì. Se Lei non avesse pianto davanti a un centinaio di persone in preghiera quella domenica dell’aprile 2010, chissà se la notizia sarebbe trapelata lo stesso. < Non era nemmeno la prima volta>, mi assicurano. Chissà allora se poi è successo ancora… e soprattutto perché? Cosa ci voleva dire? Quante domande. Ecco perché mi piace tornarci e ripensare a quella frase: <Un figlio può chiedere sempre e una madre è sempre pronta ad ascoltare>

PATRIZIA CAREGNATO

video

Condividi su:
Facebook Twitter Email



10 risposte a A tu per tu con il mistero della Madonna che piange

  1. teresa priano scrive:

    Io comprendo. Quando anni fa fui operata di cancro dissi semplicemente:se non veniva era meglio ma ora che c’è vediamo chi la vince” Mentre salivo in sala operatoria non ho pregato, non ho chiesto nulla, credente ma non cattolica, non ho pensato neppure alla mia mamma ma dopo l’intervento, in attesa dell’esame istologico, dissi una mattina: se mi salvo un giorno andrò a Fatima. Perchè Fatima ancora mee lo sto chiedendo. Ci andai dopo molti anni, non in pellegrinaggio ma con un pulman da Lisbona, di giorno, le fiaccolate notturne provocano un sentimento di massa che ti puo’ creare confusione, e in quella piccola Chiesa (ora forse è diverso perchè stavano costruendo un grandde complesso) ho sentito che pur non chiedendo miracoli mi era stata risparmiata la morrte per godere ancora della vita. Le donne, nel Vangelo, sono il fulcro della divinità perchè comprendono, amano, soffrono e accettano, probabilmente anche il Cristo senza la Maddalena e Maria avrebbe sopportatomeno il calice amaro. Ho un’amica che probabilmente morirà tra qualche anno eppure lei va a Lourdes non per cercare il miracolo ma per trovare quella serenità che le è indispensabile per vivere accanto alla famiglia senza porre problemi e la ritrova sempre. Convive con il sup terribile male con una forza d’animo indescrivibile. Maria è un essere che è al di sopra di tutti, di Dio stesso perchè è una madre e come madre supporto nel dolore e amica nella gioia.

  2. nokkiero scrive:

    Se le statue e i quadri delle madonne e dei santi riprendono a piangere allora è davvero crisi. Ma perchè piangono solo in periodo di crisi? Mah!

    p.s.: Fatima? Per carità, massimo rispetto per i credenti e per chi giudica il cosiddetto “miracolo di Fatima” un evento legato alla religione,l ma le cose stanno in modo ben diverso .

  3. fabio scrive:

    …comprendere…

    vedi articolo successivo…

    Lei nokkiero la sa lunga ma “non la sa (fa finta di no) raccontare”…comunque quello del cicap ah!ah! nella foto sopra ah!ah! mi fa proprio morire”…cosa cercherà?!? i buchi nel quadro?!? ah!ah! i tubicini nella cornice?!? ah!ah! mah!..che robe!..e a Lei nokkiero che “impressione” Le fanno questi “scienteisti” del 3° millennio!!! ah!ah!ah!..

    adesso vi dico la mia…che è SOLO TECNOLOGICA! (ma ce n’è un’altra di ALTRA natura di cui parleremo più in là) senza nulla togliere alla VERA FEDE in una IMMANENZA (chiamatela come preferite) superiore che, ma “chissà perché”, stenta SEMPRE a dimostrarsi tale QUANDO LO E’ veramente, ma non lesina RISPOSTE indirette e NON PLATEALI a chi le CERCA e le chiede “in fede”…

    dall’inizio della ricerca (89′) tra i miei vari e principali studi ci fu quello di un testo, denominato “B.V.M.”, di due noti e BRAVI ricercatori italiani, “uniti per sempre” (ah!ah!..la sorte) da codesto LAVORO a quattro mani…scritto e documentato molto bene per l’epoca esso tratta delle INTERAZIONI tra i fenomeni denominabili “ufologici” e i fenomeni detti “mariani”…studiarlo, ed è INEVITABILE per chi del settore FA ricerca, significa porre una “pietra angolare” nella ricerca della VERITA’ e DEMISTIFICAZIONE di una serie di fenomeni, SOLAMENTE a prima vista denominabili miracolistici, che ci vengono PROPINATI da “intelligenze superiori”, di parte ma non solo, e indovinate un pò voi quali?!?…da più di 2500 anni ad oggi…

    detto ciò NON sto dicendo che i miracoli non esistono!..sto SOLO dicendo che una parte, e FORSE la maggior parte, di quelle manifestazioni più plateali, ed INUTILMENTE (anche se non sembra) tali per la comunità eterodossa, hanno invece finalità COERENTI e direttamente CONDIZIONANTI, e ATTENZIONE! questo nel bene come nel male, in rapporto ai molteplici MA NON TUTTI “credo” esistenti, ieri come oggi, sul nostro BELLISSIMO pianeta…che FA GOLA a tanti…e in MOLTI sensi…sia agli “amici” che ai “nemici” degli “ordini” storici, POLITICO-ECONOMICO e “religiosi”, costituiti…

    comunque…la mia ipotesi in proposito alle ICONE “viventi”, di ogni genere esse siano e nella storia recente (ultimi 60 anni) abbiamo visto DI TUTTO e di più, che versano “lacrime” è che, nella maggior parte dei casi e come ho già detto, ci sia un INTERVENTO DIRETTO da parte di alcune “intelligenze” allogene od aliene ATTE a fare CONTRAFFAZIONE di alcuni delle “manifestazioni” del tipo di quella sopra descritta…noi “popolo” NON siamo ancora in grado di COMPRENDERE il -COME- ciò avvenga ma “enti” come l’ENEA, ad esempio, sono “SULLA STRADA GIUSTA” e sono certo che troveranno, prima o poi UFFICIALMENTE, una STESSA spiegazione teorica e pratica a questi “fenomeni”, COME per LA SINDONE di Torino, che SONO denominabili di…TRASLAZIONE!!! e che possono avere un’UNICA spiegazione REALE, basata sull’utilizzo di una tecnologia di TRASMISSIONE di dati (bit), come di materia (energia), SUB-MOLECOLARE e che viene comunemente denominata in ambito fantascientifico come TELE-TRASPORTO!..chi padroneggia da millenni questo tipo di tecnologia può permettersi di “spostare” piccole quantità di QUALSIASI cosa in modo MILLIMETRICAMENTE preciso o GRANDI quantità (massa) in modo rapido e “senza sforzo”…ovviamente queste tecnologie non sono in mano a “tutti”, anche perché bisogna essere ad un certo “livello” tecnologico GENERALE e COGNITIVO per “destreggiarle” e quindi questo ci fa presupporre, se pur a grandi linee, quali sono QUESTE società o MEGLIO, “gruppi di individui” e piccole comunità residenti PIU’ o meno, che INTERFERISCONO, se pur apparentemente “PRO”, spesso in realtà’ “CONTRO”…

    NOI, come umanità scientifica, abbiamo effettuato CON SUCCESSO (spostamento di particelle) i primi esperimenti UFFICIALI di tele-trasposto sub-molecolare qualche anno fa e non so attualmente a che punto siamo arrivati…quello che SO PER CERTO e’ che il dio degli ebrei del vecchio testamento YHWH, come i suoi successori e sin almeno dal 1500 b.C. (ma ci sono tracce antecedenti), utilizzavano questa tecnologia e…che “il Serpente (la razza), l’animale più intelligente del Paradiso”, nonostante fosse STATO COSTRETTO a “strisciare” sulla Terra (cioè SICURAMENTE privato di tecnologia per uscire dal pianeta) ne sia già da almeno 2 millenni RITORNATO IN POSSESSO…

    ed oggi, anche grazie all’uomo, “VOLA IN CIELO IN BOCCA ALL’AQUILA”…

    DIO, o chi per “Lui”, non gioca a “dadi” o “agli indovinelli” con i “suoi figli”…anche “formiche” che siano…”altri” o “Altri” (o “ALTRI” ma…di un solo “tipo”, quelli che “ha trovato” Big C) possono, anche se NON dovrebbero, farlo…

    e comunque MAI perdere “la fede”! ce n’è ABBASTANZA per TUTTI…

    un caro saluto a tutti

  4. teresa priano scrive:

    Voglio solo dire a Nokkiero che Fatima puo’ essere stato un grande imbroglio ma che comunque non fa male andare in luoghi dove sono accaduti fatti particolari. Che la Divinità sta in ognuno di noi lo sappiamo benissimo, ma a volte non la troviamo e certi fatti (che forse non sono accaduti ma solo inventati) possono darci una spinta . Fede o non Fede parlo di quella in una Entità che è stata l’origine dell’universo, sono speranza oppure povertà, non riesco comunque a capire come possiamo credere in Esseri Intelligenti che vivono nell’universo quando escludiamo tutto il resto. Ma “i miracoli” accadono solo con la comparsa di navicelle exstraterrestri? Se la mente è aperta a tutto deve, rispettosamente, accettare che altri possano credere come meglio ritengono senza sarcasmi e derisioni. Finchè ci sarà questa preclusione verso certi fatti e sentimenti non speriamo che siano in molti a credere negli UFO. Ciao a tutti

  5. teresa priano scrive:

    Voglio continuare sul tema “credente”. Credente è un cristiano, un buddista, un Baha’I(forse i migliori perchè i piu’ rispettosi verso tutte le religioni e molto aperti mentalmente) etc., il credente non ha bisogno di prove, non ha bisogno di un evidente riscontro della realtà L’ateo è un aspirante credente. Pare che la libertà di pensiero sia diventato un optional. Ateo e credente sono forse chiusi entrambi nella propria fede e chi è veramente un libero pensatore? Per un credente sono ammissibili sia eventi naturaliche soprannaturali. Noi abbiamo Fede che la verità sugli exstraterresti venga riconosciuta, se veramente in Veneto hanno visto UFO coricati a terra o altri oggetti misteriosi e sconosciuti a noi non interessa. La nostra Fede che esistano altri mondi prescinde da prove concrete che riteniamo vengano nascoste ma che in realtà non abbiamo. Che in tempo di crisi si parli di Fede è una gran balla, con il martirio che ci impone quel bel signore di Monti figurati se c’è tempo di aggrapparsi alla Religione. La crisi è una fasestorica che si ripete e che forse farà, lo spero, scomparire la nostra civiltà come è accaduto per i Maia. I poveri, sempre piu’ poveri, non potranno piu’ arricchire i ricchi che moriranno e cosi’ l’era finisce. ciao

    • fabio scrive:

      …un pò “radicalina” ah!ah!..

      ma più o meno quasi tutto vero…Ciao Teresa! come stai?..

      l’ultima parte, quella “dei poveri e dei ricchi”, in verità è un pò più ARTICOLATA di quello che sembra…anche perché, come ho già detto da qualche altra parte, penso che “questo sistema”, di fatto letteralmente CADUTO DALL’ALTO, sia ancora CONTROLLATO e GESTITO “da sopra” (anche se “loro” fisicamente sono quì) da “coloro” che ne ERANO proprietari (da sempre) e che oggi a distanza di almeno 2500 anni sono “solo” REGGENTI o GOVERNATORI del pianeta…la differenza tra ieri ed oggi è che mentre fino al V°-VII° secolo b.C. li vedevamo perché ancora alcuni “governavano” fisicamente, dopo e all’improvviso, sono SPARITI ufficialmente dalla storia (e mitologia) ma…alcuni già ricchi e potenti, nascosti e al riparo delle proprie tecnologie, hanno continuato a “tirare le briglie” delle SOCIETA’ dei popoli e degli IMPERI della Terra, di quà come di là dal mare…quello che vediamo oggi è il risultato di “un sistema” che forse è già stato attuato decine di volte su questo come in altri pianeti dando vita, e morte, a decine di civiltà umane-umanoidi prima di questa…”un tempo gli dei camminavano tra gli uomini ed essi sedevano a tavola al loro fianco”…

      in qualsiasi modo “andrà a finire” QUEL TEMPO è ritornato, E’ QUI’ ADESSO! questo è il tempo del “ritorno” e della “rivelazione”…e noi umanità DOBBIAMO essere parte attiva per “liberarci dal giogo” ed assumere un nostro proprio atteggiamento di VOLONTA’ globale in un consesso extraplanetario…

      i “potenti”, le “corporazioni” e gli “imperi” della Terra hanno già fatto “accordi” nel passato ma oggi NON sono più RAPPRESENTATIVI di 7 miliardi di persone…per non parlare poi delle razze di allogeni presenti “sotto” e “sopra”…chi tira da una parte e chi tira dall’altra, ognuno per il suo MIGLIOR GIOCO…ma tutto ciò è agli sgoccioli perché il tempo “dell’esame” è giunto e -CHI- fin’ora ha “fatto di tutto” per mantenere le redini del pianeta “ha ormai ben poco tempo”…

      DOBBIAMO ACQUISIRE UNA COSCIENZA SUPERIORE E GUARDARE AL FUTURO IN UN MODO NUOVO!

      questo NON è il tempo delle “rivoluzioni” NE’ quello di “arrendersi” agli eventi ma…è il tempo di CREARLI!

      e la FEDE che dobbiamo avere è quella da TROVARE in noi (ognuno sceglie i propri “mezzi”) e negli altri che, COME noi, POSSONO fare quanto detto e MOLTO altro che ci aspetta nel futuro molto PROSSIMO dell’umanità…

      a presto ed un caro saluto

      • teresa priano scrive:

        Radicale? Non credo proprio e non perchè lo dico io ma gli altri che mi conoscono. Semplicemente incavolata con Nocchiero, nelle sue parole ho letto una presunzione di saccenza che mi ha dato noia, non tanto per me ma per tutti. Non so caro Fabio se l’uomo sia piu’ capace di acquisire una coscienza superiore, vedo la nostra civiltà cosi’ decaduta . Per fortuna nei miei disagi di personalità è rimasto un ottimismo che dicono sia utopia, ma se mi fermo: la realtà è proprio triste. I poteri potranno veramente essere sconfitti da un “uomo” nuovo? Forse sono in fase negativa……tu riesci comunque sempre a rimettermi di buon umore, Nocchiero dovrebbe fare un corso di psicologia..ahahah ciao

        • fabio scrive:

          …”siamo” quì anche per questo…

          comunque la personale esperienza della Caregnato non è da sottovalutare…c’è una componente “intima” induttiva che, da quanto scritto sopra, è forte e…la indagherei volentieri…

          l’ “uomo nuovo” (quello vitruviano ne è il simbolo-esempio) è una necessità irrinunciabile se vogliamo “trasportare” questa umanità, dai molteplici pregi e difetti, verso una seguente fase dell’evoluzione sociale…una mandria di buoi o un gregge di pecore o qualsiasi altro “gruppo” saranno solo quello o poco più se non hanno acquisito prima, a livello personale, una “autonomia” ed equilibrio psicologico sub-coscienziale, oltre che degli “stati di coscienza” temporali personali di quella che chiamiamo, ancora non so per quanto, REALTA’…

          me ne è capitata una tra Marzo e Maggio scorso che è esemplificativa ma quì non la posso raccontare per motivi di “privacy”…quando ci vedremo lo farò e forse potrete farvi un’idea “in più” del tempo e dell’Universo…

          ciao cara

          • teresa priano scrive:

            caro Fabio mi consigli la lettura del libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia di Mauro Biglini? Grazie per un consiglio

          • fabio scrive:

            …tu, “se non tagli…cuci!” ah!ah!

            ascolta…ho studiato decine di testi nel passato ma non ho potuto ancora acquistare quelli di Biglino, ed altri come quello di Russo e quello di Sciascia (consigliato da te), per motivi economici ma lo farò appena posso perché, conoscendo bene gli argomenti trattati, mi saranno sicuramente di utile approfondimento essendo tratti da traduzioni letterali di testi originali in ebraico (I°-X°secolo d.C.). E questo anche se personalmente ho già studiato, oltre la bibbia dei 70 e il Talmud, molti testi apocrifi e gnostici relativi al “vecchio testamento”…se vuoi fare dei collegamenti con la storia dell’uomo questi libri sicuramente ti possono aiutare con molti spunti giusti e coerenti relativi alla verità non ancora riconosciuta…poi se hai dubbi puoi sempre chiedere…

            sapere PER CERTO che “alcuni” nella nostra storia si sono spacciati per DIO o…sono stati, “comodamente”, fatti passare per il CREATORE del TUTTO, può solo che RENDERE LIBERA una parte della nostra coscienza, quella che forse è più vicina “alla divinità” agognata, e che da millenni viene claustrofobicamente TENUTA PRIGIONIERA con dottrine di ogni genere, “create dall’uomo” e PER L’UOMO dagli stessi “creatori materiali” dell’umanità (il “giocherello” è sempre lo stesso)… “Alcuni di Quelli” dai quali ci DOBBIAMO rendere indipendenti sia “fisicamente” che psichicamente in MODO consapevole, che è poi ciò di cui PIU’ abbiamo necessità per…

            la “riconquista” di QUELLA PARTE dell’anima che viene spesso (ma non sempre) “predata” da “ALCUNE” entità superiori comunemente dette “demoni”…

            ma questo è un altro discorso…del futuro prossimo…

            a presto cara

Rispondi a nokkiero Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *