Yemen, Sud Africa ed Australia: gli ultimi avvistamenti Ufo

Un Ufo confermato da un astronomo, un altro che da giorni inquieta il Sud Africa e quello addirittura immortalato da una celebrità di Hollywood. Spulciando i notiziari e i siti online di mezzo mondo si trovano anche questi avvistamenti singolari. Ma andiamo con ordine…

LO STRANO OGGETTO RIPRESO DA UN FOTOGRAFO YEMENITA

Nello Yemen del Nord, un giovane fotografo ha pubblicato sul web l’immagine di uno strano oggetto volante: lo si vede spuntare tra le nuvole e sembra una specie di aquilone bianco. L’autore della scatto, Aseel Badiyan, stava fotografando il paesaggio, a circa 90 km dalla capitale Sanaa, quando l’insolito aviogetto è passato davanti al suo obiettivo.

Nulla di eccezionale, fin qui. Ogni giorno, decine di persone postano immagini o video di presunte astronavi aliene. Ma la particolarità di questo avvistamento sta nella reazione che ha suscitato in un noto astronomo saudita, Sharaf Al Sifyati, che al quotidiano di lingua araba Ajel ha dichiarato: “Quando il fotografo mi ha contattato e mi ha mostrato il suo scatto, ho capito che stava dicendo la verità. Ho verificato l’immagine e l’ho trovata autentica. Non si sono trucchi o manipolazioni.”

Questo il giudizio tecnico. Ma ecco cosa dice della possibile natura dell’ oggetto triangolare comparso nel cielo yemenita: “Penso che sia strano ed insolito, ma non posso assicurare che sia proprio un mezzo spaziale, perchè si tratta più di ipotesi che di realtà. Tuttavia non c’è dubbio che non siamo soli in questo enorme universo e che ci sono altre creature che solo Dio conosce.”

Dal Medio Oriente, a Città del Capo. Dalla fine di febbraio, avvengono fenomeni inspiegabili. Per sei giorni di fila, decine di persone hanno osservato delle brillanti sfere color arancio e rosso fuoco solcare l’orizzonte. Come una specie di sciame di meteoriti, si è affrettato a chiarire l’Osservatorio Astronomico del Sud Africa. “Le meteore sono frequenti, emettono una luce arancione, o a volte verde, e possono cambiare colore”, ha detto infatti un ricercatore, Nicola Loaring.

UNO DEI GLOBI LUMINOSI AVVISTATI A CITTÀ DEL CAPO

Ma i racconti di alcuni testimoni oculari sembrano smentire questa spiegazione. “C’è chi ha visto queste luci cambiare improvvisamente direzione e velocità. Altre invece sono rimaste immobili in cielo per cinque minuti di fila”, ha spiegato l’ufologo Gert Jordan. Per lui, non ci sono che due possibilità:”Potevano essere velivoli sperimentali top-secret oppure provenivano da un altro pianeta e sono arrivati fin qui per sorvegliarci o per offrirci la loro conoscenza.”

Arriva invece da Sidney l’avvistamento Vip che vi anticipavamo. Lo ha annunciato via Twitter la star di Hollywood Russell Crowe. Il gladiatore ha diffuso un video con la sequenza di tre foto  in scattate in sequenza ravvicinata da una macchina fissa. E nel filmato apparirebbe un luminoso disco volante. “È tutto vero… Ufo?”, ha scritto l’attore postandolo su Youtube.

Secondo il suo racconto, insieme ad un amico ha sistemato una Canon 5D alla finestra del suo ufficio di Woolloomooloo per riprendere un tipo di pipistrelli del vicino Giardino Botanico. La macchina ha scattato automaticamente 3 pose in 4 secondi e mezzo. Ma anzichè gli esemplari del piccolo mammifero alato, ha catturato un grande oggetto oblungo di un intenso color rosso che sembra emettere una luce sinistra.

In sottofondo si sente una musica di tensione, le foto sono state elaborate per dare un effetto thriller… Crowe non si è risparmiato per dare appeal alle tre foto che- giura- sono assolutamente vere. I suoi follower però, stando ad alcuni commenti, non sembrano del tutto convinti. Forse l’attore, presto sul grande schermo in un remake di Superman,  si è calato un po’ troppo nel personaggio?

SABRINA PIERAGOSTINI

 

Condividi su:
Facebook Twitter Email



5 risposte a Yemen, Sud Africa ed Australia: gli ultimi avvistamenti Ufo

  1. Giulio scrive:

    A mio parere l’avvistamento di Russel Crowe è molto simile ad un riflesso, non mi viene minimamente da pensare ad un Ufo… ovviamente è un parere personale. Per quanto riguarda l’ avvistamento di Yemen, credo che ci sia una vaga possibilità che fosse vero. L’Australia? a mio parere ci sono troppi avvistamenti in quella zona, mi viene da pensare che stiano puntando forte sulla questione per ricevere ascolti di massa (e quindi denaro). Ho anche scritto un articolo nel mio blog riguardante proprio uno degli ultimi avvistamenti in Australia e vi posso assicurare che qualcosa non torna… In ogni caso, complimenti per il suo blog, davvero stupendo

  2. Roberto scrive:

    Dei tre avvistamenti citati senza dubbio quello yemenita mi sembra il più accreditabile e sospetto di poter essere qualcosa di non terrestre. La prima impressione che ho avuto vedendo quella foto è stata quella di aver davanti un qualcosa di piramidale , l’ennesimo, ritratto un pò ovunque negli anni passati Ma è difficile da decifrare qualcosa in più da un semplice scatto tra l’altro neanche tanto nitido. A questo proposito bisognerebbe anche capire se il fotografo si è accorto solo dopo di cosa aveva ritratto e questo spiegherebbe l’unica istantanea o di averne avuto coscienza e quindi perchè farne solo una foto?
    Un saluto
    Roberto

  3. fabio scrive:

    …apparenze…

    quello che vediamo nello scatto yemenita…

    NON ha nulla a che vedere con un aviogetto…in realtà NON è proprio un velivolo! nè convenzionale né NON convenzionale…è SOLO una parte di cielo -APPARENTEMENTE- sovraesposta…

    cosa vuol dire questo? cerco di spiegarlo…qualsiasi cosa c’è in quella parte di cielo -AL DI LA DI QUELLO CHE VEDIAMO NELLA FOTO O CHE POTEVA VEDERE L’ARABO IN DIRETTA- sta riflettendo la luce solare in maniera anomala, talmente anomala che produce un bianco, un picco del bianco, che è oltre la scala della luce misurabile nel resto della foto…

    sembrerebbe di vedere il colore della tunica, leggermente in ombra, un bianco sporco, dell’arabo autore della foto…e poi -IN REALTA’ E DI FATTO- ha più l’aria di un mantello, di una tunica araba aperta, di un caftano…altro che velivolo…

    la sto analizzando, per quello che si può con un file compresso e compromesso…ci vorrebbe un originale, non manipolato, oppure un primo scaricamento o una copia…

    comunque il tessuto della foto mostra la sovrapposizione di più “tessuti” di fondo…è come se ci fossero, specialmente in quel punto biancastro, più immagini SEMITRASPARENTI SOVRAPPOSTE che INSIEME, sommando la luce (e il croma) prodotta, creano l’apparente sovraesposizione..;)

    mmmh è proprio un burlone questo fotografo che ha immortalato ah!ah! un esemplare di “the arabian Superman”!.. semitrasparente..:)

    quello di Crowe lo sto studiando…è di complessa interpretazione perché è un time lapse, triplo, distanziato…

    è un pò come saltare un -BUON- triplo battendo il piede sulla striscia eh!eh! seeembra facile!..mah, vediamo un pò…

    a presto, saluti..:)

  4. Roberto scrive:

    Fabio non avendone i mezzi io parto dal presupposto che l’astronomo che ha avuto modo di esaminare la foto l’abbia considerata non ritoccata. Mi sembra di capire che invece tu la consideri una sovrapposizione fra due foto, se fosse così sarebbe un volgare fake. Tienici informati se riesci ad estrapolarne qualche altra informazione.
    Un saluto
    Roberto

    • fabio scrive:

      …”sovrapposizioni”…

      @Roberto
      NON ho scritto fake…ho scritto questo..:)

      “…il tessuto della foto mostra la sovrapposizione di più “tessuti” di fondo…è come se ci fossero, specialmente in quel punto biancastro, più immagini SEMITRASPARENTI SOVRAPPOSTE…”

      spiego…ciò NON significa -UNICAMENTE- che siano state sovrapposte in sede di post-produzione una o più immagini atte a creare un falso, ANZI…MOLTO PROBABILMENTE, come ha detto l’astronomo che avrà visionato un originale o copia di tale, NON v’è stata manipolazione…

      personalmente da questa foto NON posso dare certezza di verità alcuna…è priva di dati exif, è molto compressa, ha subito l’elaborazione con l’incorporazione dell’immagine dell’autore dello scatto, quindi NON fa testo, per ora…a meno che non salti fuori un originale o copia di tale…

      intanto per spiegare meglio la mia frase sopra, relativa alla “sovrapposizione”, devo dire che intendevo che ciò sia avvenuto IN DIRETTA -DURANTE LO SCATTO- e cioé che un qualcosa, per la verità PIU’ di una, con caratteristiche trasparenti e/o semi trasparenti, TUTTE in movimento rispetto alla camera, siano transitate -O STAZIONATE- di fronte al fotografo arabo…

      immaginate -PER UN ATTIMO- di avere di fronte a voi dei “vetri” trasparenti o semitrasparenti…CON FORME DIVERSE TRA LORO…E CON LEGGERI CROMA TRASLUCIDI…questo in relazione allo sfondo che abbiamo nella foto…faccio un semplice esempio…un bicchiere di vetro a coppa, una bottiglia di birra, un vasetto cilindrico per la marmellata…tutte forme diverse di vetro…

      tutte -INDISTINTAMENTE- esposte alla luce solare di fronte a voi risulteranno trasparenti e con indici di riflessione e rifrazione differenti tra loro…questo in funzione della composizione e purezza del vetro che le compongono…avremo quindi -TECNICAMENTE E STRUMENTALMENTE- la possibilità di rilevare queste DIFFERENZE di rifrazione e riflessione COSTATANDO la differenziazione tra i 3 tipi di vetro…nulla di difficile fin qui…

      ora immaginate per un attimo che di fronte al fotografo ci siano stati questi 3 oggetti -GRANDI OGGETTI-…e che lui NON sia stato in grado di vederli, di metterli a fuoco con gli occhi, perché COMPLETAMENTE trasparenti alla vista…come potrebbe essere un grande cristallo che si para di fronte ai vostri e di cui NON vedete i bordi…ma che la macchina -CHE HA “UN OCCHIO” ESPERTO-, e per motivi che al momento surclassiamo, sia stato in grado di farlo…

      cioè “di vedere” ed immortalare “quei bordi” -DI FATTO TRASPARENTI- e quella impercettibile differenza cromatica data dalla riflessione e rifrazione -DIFFERENTE TRA LORO- degli atomi che li compongono…al che ci troveremmo con una foto che -COME HO GIA’ DETTO IN QUELLE DUE RIGHE- nel tessuto di fondo NON presenta manipolazioni ma…-MA-…

      mostrerebbe inevitabilmente -AD UN OCCHIO ESPERTO DELL’IMMAGINE VIDEO- una “sovrapposizione” -NON NATURALE- di più tessuti a formare quello di fondo dello scatto…provate a porre di fronte ai vostri occhi un bicchiere di vetro, o due o tre, e capirete cosa sto cercando di dirvi…continuerete a vedere quello che c’è dietro, se pur in maniera distorta, NON reale…ma lo vedrete…

      un buon sistema di occultamento applicato ad un -QUALSIASI- oggetto vi mostrerà -AGLI OCCHI- nel range del RGB esattamente quello che state vedendo…cioè la totalità dell’immagine PRIVA dell’oggetto stesso, che SARA’ -DEL TUTTO- INVISIBILE alla vista ma NON alla camera che -PER MOTIVI TECNICI- ne immortalerà particolari a prima vista indecifrabili…MA REALI…

      ho parlato molto di questo, in molti commenti e molti articoli in questo blog…è solo tecnologia applicata, nessuna magia! né fantasticheria, SOLO FANTASCIENZA! MA DI 50 ANNI FA!..e sono anche certo che siano oramai -DA ANNI- tecnologie anche alla nostra portata -TERRESTRE- e che vengano utilizzate -GIORNALMENTE- da organismi deputati e preposti al controllo dell’umanità…

      gli alieni e gli allogeni ne sono in possesso da sempre…

      se qualcuno ha domande le faccia pure e se venite in possesso di uno scatto migliore di questo, per cortesia, inviatemelo…

      a presto..:)

Rispondi a fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *