Scoperta una Super-Terra al centro della Via Lattea

Vicino al centro della galassia, a quasi 25mila anni luce da noi, c’è un pianeta chiamato per ora in un modo quasi impronunciabile: OGLE-2018-BLG-0677Lb. In attesa di un nome più semplice, questo mondo alieno ha già ottenuto i suoi 15 minuti di celebrità per due motivi: primo, per le sue caratteristiche che lo rendono potenzialmente adatto ad ospitare la vita; secondo, per l’estrema rarità della scoperta. Trovarlo è stato come vincere alla lotteria.

Continua a leggere

E se la prossima pandemia fosse aliena?

Un microorganismo alieno raggiunge la superficie terrestre precipitando insieme ad un satellite e inizia a contaminare il nostro pianeta, mentre le forze armate e gli scienziati tentano invano di contenerne i drammatici effetti. È la trama di un romanzo scritto più di 50 anni fa da Micheal Crichton, “The Andromeda Strain”: mai come adesso sembra di attualità, soprattutto ora che stiamo sperimentando gli effetti devastanti di un virus sconosciuto- pur senza provenire da un altro mondo. E la preoccupazione amplificata alla luce dell’attuale pandemia è reale, non è fantascienza.

Continua a leggere

Nel meteorite marziano i mattoni della vita

Un oceano antico e profondo, ricco di composti organici, del tutto simili a quelli della Terra. Ma quell’estesa massa di acqua piena zeppa di carbonio e azoto- i mattoni base della vita- si trovava in un tempo remoto su Marte. A stabilirlo, sono stati alcuni ricercatori giapponesi riesaminando uno dei reperti più discussi degli ultimi decenni: la roccia di origine marziana scoperta nel 1984 in Antartide.

Continua a leggere

«Sui mondi alieni possibile la vita anche senza ossigeno»

La possibilità e la speranza di trovare mondi abitati si raddoppiano, se non addirittura si moltiplicano. Finora, gli astrobiologi hanno sempre privilegiato la ricerca di pianeti gemelli della Terra, di simili dimensioni, struttura e caratteristiche atmosferiche, considerandoli i candidati ideali per ospitare la vita. Ma ora uno studio allarga di molto l’orizzonte, dimostrando che l’ossigeno non è indispensabile e anche le Super-Terre avvolte in uno spesso strato di idrogeno possono riservare interessanti sorprese.

Continua a leggere

Il Pentagono ammette: «I video con gli UFO sono autentici»

Ci sono voluti due anni e mezzo, ma alla fine il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha ufficialmente autorizzato la diffusione  dei tre filmati – uno risalente al 2004, gli altri al 2015- nei quali alcuni piloti della Marina americana inseguono senza successo degli oggetti volanti dalle prestazioni sorprendenti. «I fenomeni aerei osservati nei video restano contrassegnati come non identificati», si legge nel comunicato del 27 aprile 2020 che ha accompagnato la divulgazione del materiale. Continua a leggere