Le civiltà evolute nella Via Lattea? Da 36 a 928…

Attorno a noi, nella Via Lattea, ci sarebbero almeno 36 civiltà avanzate, ovvero in grado di comunicare nello spazio. A dirlo, è il calcolo di un team di astrofisici che ha pubblicato il risultato dello studio sulla rivista scientifica The Astrophysical Journal. Un grande passo avanti rispetto alle stime precedenti, vagamente comprese tra zero e svariati miliardi, secondo l’Università di Nottingham per la quale lavorano i ricercatori. Merito, soprattutto, del nuovo approccio all’annoso problema: siamo soli nell’Universo? Continua a leggere

“UFO-Parlano i piloti”, il nuovo libro-inchiesta

I video del Pentagono hanno acceso come mai in passato i riflettori sugli UFO: grazie alla loro eccezionalità, le immagini di quegli strani velivoli dalle prestazioni inusuali inseguiti in volo dai jet della US Navy si sono guadagnate servizi televisivi e articoli di giornali di solito disinteressati al fenomeno. Ma non sono certo i primi casi straordinari che hanno avuto per protagonisti i piloti. Anzi, la storia dell’Aeronautica, tanto civile che militare,  è costellata da una lunga serie di incontri inspiegabili.

Continua a leggere

I pianeti come Arrakis e Tatooine sono abitabili

Nella lista dei mondi abitabili– e potenzialmente abitati- spunta una categoria in più: quella dei pianeti avvolti da uno spesso strato di polvere. Sotto quella coltre, potrebbero realizzarsi le condizioni più adatte allo sviluppo della vita . Ma nello stesso tempo, proprio quel pulviscolo disperso nell’atmosfera rischia di ostacolare le analisi e le osservazioni delle nostre strumentazioni che cercano le prove di biofirme, ovvero tracce di vita.

Continua a leggere

Oumuamua è un iceberg interstellare fatto di idrogeno?

Il viaggiatore interstellare che ci ha fatto visita tre anni fa continua a far parlare di sé e solleva interrogativi tra gli studiosi. Oumuamua- questo il nome del misterioso oggetto dalle caratteristiche anomale che ha attraversato il nostro sistema solare verso la fine del 2017 arrivando da chissà quale remoto angolo del cosmo- ha dato adito a varie supposizioni che hanno anche provocato discussioni tra gli addetti ai lavori. Ora, due ricercatori sono convinti di averne capito la reale natura.

Continua a leggere

«Modificare il DNA umano per viaggiare nello spazio»

Un super-Uomo, o per lo meno, un Uomo stile OGM, modificato geneticamente per essere più adeguato alle nuove sfide del futuro che lo vedranno sempre più lontano dal nostro pianeta: un individuo più resistente alle radiazioni, capace di sopportare temperature molto elevate e di non subire danni dalla microgravità. Sembra l’idea di qualche scienziato pazzo in un b-movie, invece è una possibilità presa seriamente in considerazione dai ricercatori che stanno prospettando gli scenari dell’esplorazione spaziale dei prossimi decenni. Un’idea che non manca di delicati risvolti etici.

Continua a leggere

Proxima b, il più terrestre dei mondi alieni

È il più vicino alla Terra, dal punto di vista astronomico- e questo lo sapevamo già. Ma adesso sappiamo anche che potrebbe essere uno dei mondi alieni più simili al nostro da molti altri punti di vista. A dare un nuovo appeal a Proxima b è stata l’analisi di un team di ricerca svizzero che si è basato su una strumentazione all’avanguardia.

Continua a leggere