«Una sonda per esplorare il Planet X»

Forse esiste o forse no, ma non importa: alla scienza piace anche procedere per ipotesi. E allora, nel caso in cui da qualche parte, alla periferia del sistema solare, ci fosse davvero un pianeta ancora sconosciuto, cosi lontano dal Sole da non essere visibile nemmeno con i telescopi più potenti e sofisticati, come potremmo accertarne la presenza? Lo studio di un team internazionale cerca di dare risposta a questo interrogativo, illustrando le missioni in grado di scovare il fantomatico Planet X.

Continua a leggere

UFO e servizi segreti, i dubbi di Nick Pope

Una domanda postata da Nick Pope sul suo account di FB riapre una lunga querelle su questa fase di apertura riguardo gli UFO. L’ex investigatore del Ministero della Difesa britannico, che ama paragonarsi al celebre personaggio di X-Files Fox Mulder, tra il serio e il faceto ha infatti chiesto ai suoi follower:«Se certi elementi all’interno dei servizi segreti americani stanno promuovendo la narrativa sugli UFO, lo fanno perché: a) credono nelle visite aliene; b)  la stanno usando per coprire tecnologia di progetti top-secret; c) stanno usando la materia ufologica per testare come si influenza la società; d) stanno perseguendo altri secondi fini.»  Che dire, bella domanda, sulla quale ogni appassionato del settore, ma anche ogni ricercatore, si dovrebbe confrontare.

Continua a leggere

Il professor Nolan: «Il cover-up sugli UFO sta per finire»

Il professor Garry Nolan è scatenato- chiaro, diretto, esplicito sulla questione UFO come mai prima d’ora. Il docente della Scuola di Medicina della Stanford University (California), eminente immunologo, tra i più  importanti studiosi al mondo di tumori e malattie del sangue, da anni ormai collabora con le agenzie governative statunitensi per far luce sui possibili effetti prodotti sulla salute umana dagli oggetti volanti non identificati. Lo aveva ammesso lui stesso alcuni mesi fa. Ma adesso, nel corso di due interviste televisive, è andato ben oltre, parlando di cover-up e di dati scientifici che dimostrano al 100 per cento che il fenomeno sia reale.

Continua a leggere

«Indagate sugli UAP che non sono prodotti dall’Uomo»

No, il Senato degli Stati Uniti non è per niente soddisfatto di come il Dipartimento della Difesa sta trattando il problema UAP- quei fenomeni aerei di origine e natura misteriosa che la vulgata definisce UFO. Lo ha messo per iscritto in un report che l’attuale presidente della Commissione Servizi Segreti, il senatore democratico Mark Warner,  ha allegato all’ultima bozza dell’ Intelligence Authorization Act (la legge di bilancio) per l’anno fiscale 2023. Nel documento emerge una esplicita critica alla lentezza con la quale il Pentagono sta procedendo alla raccolta delle informazioni sui vari incidenti a dispetto della “crescente minaccia” costituita dai fenomeni aerospaziali e sottomarini sconosciuti. I legislatori chiedono che l’ufficio incaricato di indagare si concentri sui casi veramente inspiegabili piuttosto che su quelli che coinvolgono sistemi “creati dell’uomo”.

Continua a leggere

Il Congresso vuole più trasparenza sugli UFO

Potrebbe essere un passo in avanti verso la comprensione dell’intricata e controversa materia chiamata UFO e arriva ancora una volta dal Congresso degli Stati Uniti che ha votato un nuovo emendamento al disegno di legge sulla spesa per la Difesa del prossimo anno. La norma dovrebbe creare un sistema sicuro per segnalare i fenomeni aerei non identificati: saranno raccolte tutte le segnalazioni, provenienti da organi governativi, appaltatori federali o programmi istituiti ad hoc, eliminando qualsiasi vincolo di riservatezza. In questo modo si spera di mettere a disposizione degli inquirenti più dati con i quali fare chiarezza sul mistero. Ma non solo.

Continua a leggere

«Un solo frammento di Roswell svelerebbe tutta la verità sugli UFO»

L’ anniversario è passato un po’ in sordina: qualche articolo commemorativo,  un documentario, un festival con concerti, conferenze, souvenir e folklore. Così il mondo ha celebrato il 75esimo anniversario dell’incidente UFO forse più famoso in assoluto- di certo il più citato anche a livello cinematografico: il caso Roswell. Un episodio a lungo dimenticato, riemerso negli Anni Settanta grazie alle indagini di alcuni ricercatori indipendenti e divenuto da quel momento in poi quasi un simbolo del cover-up di Stato. Cosa è precipitato realmente in questo remoto angolo degli Stati Uniti nel luglio 1947? Un velivolo proveniente da altri mondi o un pallone sonda top secret? Un mistero forse destinato a non essere mai risolto.

Continua a leggere