E se esistesse una “biosfera ombra”?

Gli Alieni forse sono tra noi ma non li vediamo, non riusciamo a distinguerli perché troppo diversi. Un’affermazione spiazzante e scioccante, soprattutto perché ad esprimere questa ipotesi è stata una donna di scienza- Helen Sharman- la prima astronauta britannica nonché chimica dell’Imperial College di Londra. Le sue parole non potevano passare inosservate. Non solo sono state riprese da giornali e siti di mezzo mondo- ne abbiamo parlato anche noi sul blog nei giorni scorsi- ma hanno indotto a una riflessione  il mondo della ricerca accademica.

Continua a leggere

Il CUN:«Nel 2019, 241 avvistamenti UFO»

Un anno quasi da record. Quello che si è chiuso poche settimane fa ha visto infatti un numero sorprendentemente elevato di segnalazioni UFO, con un aumento di ben il 24% rispetto all’anno precedente- almeno, sulla base dei dati del Centro Ufologico Nazionale, che li ha diffusi con un comunicato stampa. Anche se- va detto- non tutti gli avvistamenti avvenuti nel 2019 sono avvolti nel mistero.

Continua a leggere

Ecco lo Xenobot, il primo robot biologico costruito in laboratorio

Nè un robot, nè un animale, ma qualcosa a metà che in natura non esiste… Insomma, una “macchina vivente”. A darle vita, per la prima volta, un esperimento condotto negli Stati Uniti. La strana, minuscola creatura è stata chiamata Xenobot, perchè nasce dall’embrione della rana artigliata africana il cui nome scientifico è Xenopus Laevis. Ma quello che è stato ottenuto non ha nulla a che vedere con un anfibio: è un grumo di cellule grande un millimetro progettato da un super-computer.

Continua a leggere

Continua la raccolta fondi per “La strega di Baratti”

In bacheca, in primo piano, c’è un’iniziativa per la quale chiediamo il vostro aiuto. Da qualche settimana, sono iniziate le riprese del film “La strega di Baratti”, una collaborazione tra “Alternative Studio”, guidata dal regista Gianpaolo Saccomanno, e Spazio Tesla. La pellicola prende spunto da una storia realmente accaduta: durante una campagna di scavi nel Golfo di Baratti, nel comune di Piombino, all’interno di un cimitero medioevale attiguo alla chiesa è emerso lo scheletro di una donna ribattezzata “la strega di Baratti”, perchè ha subito un rituale di sepoltura tra i più enigmatici mai scoperti in Italia.

Attraverso questa storia sulla quale si sono fatte tante ipotesi, gli amici di Spazio Tesla e di Alternative Studio hanno voluto azzardarne una loro costruendo una fiction che elabora alcune teorie sia sull’idea del tempo sia su quella dell’anima, centrali nel concetto di Medicina, Cura e Guarigione, argomenti sui quali l’Associazione di Piacenza opera da anni.

Ma girare un film è molto costoso. Ecco perché è stata lanciata una campagna di raccolta fondi con i quali acquistare le apparecchiature tecnologiche idonee per realizzare un prodotto di qualità: microfoni, stabilizzatori, registratore, monitor video, faretti, riflettori. Inoltre, il denaro raccolto sarà utilizzato per la promozione e la distribuzione del film. Per chi desidera ulteriori informazioni e vuole partecipare al crowdfunding, ecco il link:

https://www.eppela.com/it/projects/25644-la-strega-di-baratti

L’ex astronauta: «Gli Alieni esistono e forse sono già tra di noi»

«Gli Alieni esistono, non ci sono alternative». È l’affermazione perentoria di una ricercatrice che è entrata nella storia dell’esplorazione spaziale- e non è un modo di dire- per un primato imbattibile: Helen Sharman, questo il suo nome, non è stata solo la prima donna inglese a diventare astronauta, ma il primo cittadino del Regno Unito in assoluto. Correva l’anno 1991 quando la giovane chimica indossò tuta e casco per volare con un razzo russo fino alla MIR, la stazione spaziale orbitante che ha preceduto la ISS. Solo molti anni dopo, un uomo con passaporto britannico ha ripetuto l’impresa.

Continua a leggere